<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=351110188613778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

I 7 step dell'ottimizzazione SEO dell’azienda che vende software Saas (e non solo)

Topics: Inbound, Informatica, SEO

Ottimizzare il tuo sito web per i motori di ricerca significa dargli una migliore visibilità e quindi un’opportunità migliore di essere trovato da chi sta cercando una soluzione software come quella che offri. Per raggiungere questo obiettivo ecco 7step da seguire nella tua strategia SEO per essere amato da Google e dalle persone.

Lo sapevi che oltre l'80% degli utenti sul web utilizza i motori di ricerca per trovare le informazioni di cui ha bisogno? E questo succede anche per il B2B. Google è il motore di ricerca più utilizzato dagli utenti del web, che eseguono più di un miliardo di ricerche al giorno. Cosa stai facendo perché il tuo sito sia posizionato tra i primi risultati?


Abbiamo già visto come avere un “sito vetrina” sia poco utile al tuo scopo proprio perché il comportamento di acquisto delle persone è cambiato, anche quello dei decisori dell’ambito B2B. Lavorare sull'ottimizzazione SEO (Search Engine Optimization) del sito web ti aiuterà ad aumentare il traffico e a raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

Step 1: "Fai il check up del tuo sito web"

Prima di iniziare a ottimizzarlo, è bene fare un check up della sua “salute” e conoscere, cioè, il punto di partenza del nostro sforzo. Ad esempio, è già ottimizzato per mobile? Ogni pagina ha un title e una metadescription unici? Il sito è facilmente navigabile o ci sono pagine così annidate e nascoste che neanche tu riusciresti a ritrovarle?

Step 2: "Conosci il tuo nemico"

Considera i tuoi competitor principali e poni la stessa domanda che dovrai fare a te stesso: per quali parole chiave si posizionano sui motori di ricerca? (per capirlo puoi utilizzare strumenti come Semrush.com) Sono le stesse parole chiave per cui vorresti posizionarti anche tu? Studia il comportamento dei competitor per trovare spunti per la tua strategia di posizionamento.

Osserva anche la SERP di Google (la pagina dei risultati): quali sono i primi 5 risultati per le ricerche per te strategiche? Ad esempio, quali aziende si posizionano per la query di ricerca “azienda informatica a [tua città]”?

Step 3: "Apri le porte del mercato con le giuste parole chiave"

Sviluppa, dopo un brainstorming interno, un elenco di termini di ricerca, di keyword, che ipotizzi essere quelli usati dalla tua base di clienti. Inizia col farti questa domanda: che cosa digiteresti su Google per trovare il tuo sito web, a parte il nome del tuo business? Se ti è possibile, chiedi lo stesso ai tuoi clienti.


Dopo un brainstorming preliminare, stila un ulteriore un elenco, ancora più mirato, di parole chiave e frasi che identificano i tuoi prodotti e servizi. Usando strumenti come Google Keyword Planner determina il volume di ricerca mensile di queste parole chiave e la loro “difficoltà”.

Oltre ad alcune parole chiave molto generiche (facciamo un esempio: “gestionale”), composte da un singolo termine, che hanno una competitività molto elevata e per cui raggiungere ottimi posizionamenti è molto costoso e richiede tempo, seleziona anche le tue “Long Tail Keywords“, cioè quelle parole chiave molto specifiche, composte da 4 o più termini, che sono cercate poco frequentemente, ma che solitamente hanno una competitività molto bassa e producono risultati di conversione migliori (ad esempio “software gestionale per la contabilità dei bilanci”).

Step 4: "Missione possibile, obiettivi smart"

Definisci chiaramente i tuoi obiettivi, in modo da poter misurare il ROI sullo sforzo che metterai in campo. Si parla in questo caso di obiettivi SMART: specifici, misurabili, raggiungibili, rilevanti e temporalmente definiti.

Inizia con semplicità, ma non saltare questo passaggio. Ad esempio: potresti decidere di aumentare il traffico del sito web dalle 100 visite giornaliere che hai oggi a 200 visite nel corso dei prossimi 3 mesi. Oppure potresti decidere di migliorare il tasso di conversione attuale di una certa percentuale entro un determinato periodo. Questi sono obiettivi SMART.

Step 5: "Una mappa del tesoro"

La tua mappa del tesoro è la mappa del sito. Come sono organizzate attualmente le sue pagine? Che gerarchia hanno? C’è una pagina per ognuno dei servizi o prodotti che offri? Ricordati che ogni pagina è come una porta d’ingresso al sito: partendo dal ragionamento già fatto sugli ambiti semantici e sulle parole chiave strategici per il tuo business, considera se puoi beneficiare di nuove pagine o di una loro organizzazione differente. Ricorda che Google, come gli utenti, non ama scavare a lungo per trovare un contenuto, ma preferisce trovarlo in pochi click: se il tuo sito presenta pagine molto annidate (raggiungibili con 3 o più click dalla homepage) è il momento di ripensare la mappa per limitarne la profondità.

Step 6: "Scrivi contenuti ottimizzati, freschi ed utili"

Ora che hai scelto le tue keyword e la mappa del sito è pronta, è il momento di passare al contenuto vero e proprio. Aiuta i motori di ricerca e i visitatori a determinare rapidamente di cosa parla ogni pagina. Per farlo, ricordati di creare un titolo chiaro, informativo e fai in modo che contenga la parola chiave per cui vorresti che quella pagina fosse posizionata.

Fai lo stesso con il corpo del testo: con naturalezza, evitando ogni forma di “keyword stuffing”, utilizza le tue parole chiave, sinonimi, termini correlati che aiutino chiunque arrivi sulla pagina, uomo o macchina, a capire subito di che contenuto si tratta.

E non dimenticare di utilizzare le tue keyword anche nel title, nella url e nella metadescription (ricordati che questi elementi devono essere univoci, uno diverso per ogni pagina).

Step 7: "Testa, misura, ricomincia"

Analizza il posizionamento ottenuto nei motori di ricerca e il traffico web per determinare l'efficacia delle tue azioni, senza dimenticare la valutazione della performance delle singole parola chiave. Se qualcosa non funziona come speravi, testa delle alternative e misurane i risultati per migliorare continuamente il tuo ranking.


Abbiamo visto 7 passi importanti per ottimizzare il tuo sito web dal punto di vista SEO.

Questa è una parte essenziale del percorso per acquisire nuovi clienti interessati alle tue soluzioni software. Ma, da sola, non basta.

Ad esempio, hai pensato a cosa succederà quando i visitatori arriveranno sul tuo sito web ben ottimizzato? Hai un piano per coinvolgerli e trasformarli in clienti o li lascerai andare, con il rischio che non tornino più?

Ricordati: hai bisogno di una strategia digitale integrata che consideri tutti i passaggi del processo di decisione e di acquisto dei tuoi potenziali clienti, e che li porti da semplici visitatori a clienti fedeli.

Scarica la Check List su strategia web e digitale azienda informatica

Scritto da Costanza Albè il 8 novembre 2016

Iscriviti al blog!

Articoli recenti