<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=351110188613778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

8 tool per monitorare la tua Social Media Strategy

Perchè fare social media monitoring è fondamentale per il tuo business

 

Hai definito gli obiettivi e le personas?

Ti sei fatto un’idea di come si comportano i tuoi competitor con un benchmarking accurato? Hai stabilito stile, tone of voice e i canali social da utilizzare?

Il tuo piano editoriale preciso e coerente è stato calendarizzato? Hai iniziato a pubblicare i tuoi post?

 

 Ottimo!

 

Parti in vantaggio perchè il lavoro più lungo e complesso l’hai già fatto, ma non puoi fermarti qui!

Perché questo vorrebbe dire buttare all’aria tutto l’impegno, il tempo e le risorse impiegate per costruire la tua social media strategy.

Ti manca ancora un ultimo passo, forse quello più importante, per capire che direzione sta prendendo la tua strategia e per cogliere quegli elementi che possono renderla davvero vincente: il monitoraggio delle performance.

Lo so ci hai messo così tanto impegno e, diciamocelo, anche un po’ di cuore, e non ti viene spontaneo pensare che qualcosa possa non funzionare.

 

Ma in realtà succede e anche molto spesso.

 

Infatti, per quanto tu sia stato preciso nella costruzione delle buyer personas, è molto probabile che qualcosa del tuo piano non venga apprezzato come previsto o che un formato particolare venga considerato noioso o sgradito agli occhi di chi ti segue o sta decidendo se farlo.

Il mondo dei social media è in continua evoluzione: strumenti, formati, modalità di fruizione cambiano continuamente e devi esserne consapevole e agire di conseguenza ricordando sempre che sono gli utenti ad avere l’ultima parola e a stabilire successi e disfatte.

Quindi ascoltali, monitora i loro feedback, controlla cosa riscuote consensi e cosa invece li fa scappare: sono input davvero preziosi per la tua strategia, non puoi lasciarteli sfuggire.

 

Tutto questo per dirti cosa?

 

Che le Social Media Analytics sono un’attività imprescindibile che ogni professionista del marketing e della comunicazione dovrebbe effettuare costantemente perchè solo tramite essa è possibile comprendere a 360° l’andamento della propria attività online, valutando opportune ottimizzazioni e sviluppando nuove ed efficaci strategie orientate agli obiettivi.

 

Ma per farci un'idea più chiara, proviamo a mettere nero su bianco alcuni dei vantaggi concreti dell'applicazione di tecniche di social media monitoring

 

  • Capire su quale piattaforma il tuo prodotto/servizio raggiunge in maniera più efficace il tuo pubblico di riferimento;
  • Trovare nuove opportunità;
  • Verificare se stile e tono di voce scelti funzionano;
  • Intercettare nuovi influencer;
  • Ottimizzare le campagne;
  • Disporre di un quadro intuitivo e immediato delle azioni dei competitor;
  • Individuare, gestire e risolvere problemi legati alla percezione della tua immagine;
  • Ridefinire gli obiettivi di marketing, correggere eventuali errori o scoprire nuove strategie di successo.

 

Immaginavi che il monitoraggio potesse essere così importante per il tuo business?

Sei curioso di conoscere i tool che puoi iniziare a provare subito?

PS: non aspettarti una lista degli strumenti classici, quelli che sicuramente già conosci come Facebook Insights, Twitter AnalyticsGoogle MyBusiness, Pinterest Analytics.

Oggi ne conoscerai di nuovi, utili e interessanti!

Sei pronto a trovare quello che fa al caso tuo?

Bene, allora iniziamo!

 

1) Hootsuite: gestisci fino a 35 social simultaneamente

Hootsuite_cabecera.jpg

Hootsuite è lo strumento di social media management per eccellenza per l’utilizzo e la gestione dei Social Media, ideale per chi deve gestire contemporaneamente un gran numero di social account (fino a 35!).

Un valido aiuto per la gestione e la programmazione simultanea dei post sui vari canali social ma anche molto altro!

Con questo tool puoi monitorare i flussi d’interazione su Twitter e Google+ e i contenuti con privacy pubblica di Facebook e LinkedIn, gestire le twitter list e effettuare analisi sulla community di riferimento.

 

2) HowSociable: scopri e migliora il tuo impact score

 Screen-Shot-2012-10-24-at-2.42.40-PM 2-1.png

Si tratta di uno strumento di social listening per misurare la presenza della tua attività sui social network più utilizzati e per conoscere quella dei competitor diretti.

L’account gratuito consente di monitorare fino 12 piattaforme, tra cui Tumblr e WordPress; se, invece, siete interessati al monitoring di piattaforme social come: Facebook, Pinterest o Twitter è necessario attivare la versione pro.

La ricerca gratuita offre una funzionalità interessante: misurare l’impatto di un brand sui social media sotto forma di punteggio “di magnitudo” da 0 a 10 (impact score), rilevato in un range temporale di una settimana.

Le metriche che restituisce questo tool sono molto utili per il confronto periodico tra i brand e per il benchmarking.  

 

3) Klout: trova i tuoi influencer

Schermata 2017-02-17 alle 14.55.33.png

Se devi analizzare l’attività sui social newtork di una specifica persona o di un particolare influencer da coinvolgere per la promozione sul web del tuo brand, e vuoi andare sul sicuro dovresti scegliere Klout.

Il servizio consente di stilare un punteggio relativo all’attività dell’utente su diverse community online: il rank si basa su analisi quantitative e qualitative rispetto all’interazione e visibilità generata dai contenuti pubblicati sui social network.

 

4) Keyhole: tutto quello che devi sapere sugli # del momento

Schermata 2017-02-17 alle 14.32.51.png

Schermata 2017-02-17 alle 14.40.12.pngSchermata 2017-02-17 alle 14.40.53.pngQuesto tool è particolarmente intuitivo e la grafica pulita e ordinata rende la fruizione piacevole e efficace.

Il suo punto di forza è il monitoraggio in real time delle keyword su Twitter e Instagram (ad esempio, all’interno di un evento).

I dati che rilascia riguardo la parola chiave d’interesse sono numerosi e interessanti: il numero di post, il reach, il numero di impressions e gli user che ne hanno fatto utilizzo.

È possibile inoltre stabilire il top influencer sulla parola chiave di riferimento.

 

5) Social Mention: il motore di ricerca social Schermata 2017-02-17 alle 14.27.45.png

Importante strumento per tracciare le conversazioni sui brand e per monitorare la percezione dei prodotti nei focal point di discussione on-line. Social Mention raggruppa in un’unica pagina tutti i contenuti relativi ad un argomento scelto e provenienti da piattaforme social, blog e forum. Il social media tool basa le sue analisi su 4 parametri: “strenght”, la probabilità che l’argomento ricercato sia oggetto di conversazione web, “sentiment”, il rapporto tra menzioni positive e menzioni totali, “passion”, la probabilità con la quale un utente sia portato a parlare in un più occasioni di ciò che ricerchiamo, “reach”, il raggio di azione della ricerca.

 

6) Mentionmap: individua nuovi lead

Schermata 2017-02-17 alle 14.45.24.png

Mention Map è un ottimo strumento visivo che permette di vedere graficamente a quali persone un utente twitter si connette di più. E’ possibile utilizzare questo strumento per vedere le conversazioni su twitter come una vera e propria rete di contatti e navigare tra un contatto e l’altro cliccandoci sopra.

 

7) Socialbakers: una visione completa sui competitors e i loro punti di forza

social-bakers-logo.png

Schermata 2017-02-17 alle 15.05.02.png

 

Socialbakers è un servizio web molto utile per l’analisi e il monitoring di fan page di brand e prodotti, il tool consente infatti di analizzare e monitorare le fan page di brand/prodotti: si possono raccogliere informazioni sulle principali Industry (Brands, Celebrities, Community, Entertainment, Media, Place, Society, Sport) filtrando per la località di interesse.

È possibile analizzare le pagine con maggior numero di fan e le pagine con una fan base che hanno registrato un buon trend di crescita.

Lo strumento consente inoltre di analizzare le fan page dei competitor e di avere un quadro aggiornato di come essi si muovono sui principali canali social.

 

8) Grytics: l’unico tool per i gruppi Facebook

Schermata 2017-02-17 alle 15.07.45.png

Schermata 2017-02-17 alle 15.08.02.png

E per non farci mancare niente, ecco l’unico tool che monitora tutte le attività legate ai gruppi di Facebook.

Totalmente diverso dai precedenti, Grytics permette di monitorare sia i gruppi che gestisci sia quelli aperti in termini di engagement dei membri, migliori post e tipi di contenuto sia a livello globale (per identificare i membri più attivi nel commentare e nel fare like e gli influencer) che a livello individuale (l’influenza e l’attività del singolo membro del gruppo).

Oltre a monitorare puoi anche agire: grazie al “wall of fame” puoi postare una classifica dei membri migliori in tempo reale e utilizzare la gamification per aumentare le interazioni.

 

Insomma tool, tool e ancota tool.

La lista appena proposta ne include 9 pensati per esigenze di monitoraggio diverse.

Ma il web pullula di strumenti che possono aiutarti nel social media monitoring.

L'ultimo consiglio?

Trova lo strumento che meglio risponde alle tue esigenze, usalo con costanza e non lasciarlo più!

Contattaci per una consulenza gratuita!

 

 

 

 

 

 

Scritto da Giulia Zorzo il 23 febbraio 2017

Iscriviti al blog!

Articoli recenti