<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=351110188613778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

La checklist per il sito web del tuo corso di formazione

Topics: Inbound, Formazione

Usa il sito del corso per attrarre e motivare nuovi iscritti, ottimi professori e sponsor di alto livello

Pensi di poter contare su una meravigliosa e moderna brochure istituzionale per lanciare il tuo corso e promuovere le iscrizioni?

Mi spiace deluderti, ma questo non ti basterà.

Perché il tuo corso abbia successo (in termini di iscrizioni, curriculum dei professori e prestigio degli sponsor) devi fare tutto ciò che è in tuo potere* per realizzare un sito web che parli alla testa e al cuore delle persone che lo visiteranno.

Come?

Costruendo un sito pensato per le persone e le loro esigenze d’utilizzo.

Perché è questa la miglior forma di promozione.

Purtroppo, ammettiamolo, i siti web dedicati alla formazione spesso non colpiscono per layout affascinanti e moderni né, tantomeno, per una navigazione a prova d'utente.

E la necessità di integrare un gran volume di informazioni destinate a un pubblico dalle caratteristiche eterogenee di certo non aiuta la realizzazione di siti web intuitivi, facilmente navigabili e, in definitiva, utili al proprio scopo.

Ma una la soluzione c’è.

Ecco quelli che secondo noi sono 4 requisiti indispensabili per un sito web capace non solo di soddisfare le esigenze informative dei tuoi utenti ma di motivarli alla scelta del tuo corso!

 

* Se sei il direttore di un corso o master universitario è possibile che tu non abbia la possibilità, il budget o l'autorizzazione a realizzare un sito autonomo vero e proprio, ma, più probabilmente, avrai a disposizione una sezione del sito dell'ateneo di cui sei parte. Questo non significa, però, che i punti che seguono non valgano anche per te!

 

1. Crea una gerarchia dei contenuti in base alle esigenze informative dei tuoi utenti

Può sembrare scontato, ma ti posso assicurare che la frase “non trovo le informazioni di cui ho bisogno” è il leitmotiv di molti siti web che si occupano di formazione.

 

unnamed-3.png

 

Questo accade perché troppo spesso si salta la fase dell'inventario dei contenuti da inserire nel sito, perdendo ogni speranza di ordinarli per importanza e utilità.

E così accade che le informazioni più utili, quelle che stanno a cuore a chi visita il sito, vengono sepolte da un mare di input secondari.

Ad esempio: descrizione del corso, orari delle lezioni, contatti, informazioni sul prezzo e aiuti finanziari dovrebbero essere raggiungibili prima del tour virtuale della struttura o dei dettagli sul servizio mensa.

Devi riuscire a fare in modo che chi visita il tuo sito si senta nel posto giusto al primo sguardo e che, continuando la navigazione, possa trovare tutto ciò che cerca.

Come riuscirci?

Dando una gerarchia ai contenuti: analizza il tuo pubblico, individua le tue buyer personas, definisci le loro (non le tue!) esigenze informative primarie e dai ad esse la priorità, facendo sì che siano raggiungibili sin dall'homepage.

 

Questo ti permetterà di dare risalto ai contenuti che rispondono alle loro domande e di ottimizzare il percorso logico di navigazione.

 

Quindi nella homepage del tuo sito dai spazio a: 

  • menu di navigazione chiari e organizzati che permettono di avere una visione a 360° del corso;
  • sezioni dedicate ai diversi tipi di utenti (iscritti / formatori / sponsor);
  • form di contatto per richiedere informazioni personalizzate.

Qualche esempio?

L'Institute of masters of Wine, un'autorità per chi voglia affermarsi come esperto internazionale nel mondo del vino, propone un sito dalla navigazione chiara e intuitiva.

L'utente può trovare tutte le informazioni di cui ha bisognogià in homepage ( scoprire i vari corsi, il calendario, la data del corso che sta per partire) e, in più, propone due percorsi di navigazione differenti e personalizzati per membri e studenti.

Schermata 2017-02-23 alle 15.15.35.png

 

Se invece pensiamo ai master prestigiosi di casa nostra, un buon esempio è sicuramente quello degli MBA della Bocconi che, oltre a rendere immediatamente visibile l'offerta formativa, aggiunge con un semplice passaggio del cursore, già in home, alcune informazioni importanti riguardo ognuno dei corsi offerti, come durata, lingua, esperienza media richiesta ... 

Schermata 2017-02-10 alle 10.17.14.png

 

2. Non dimenticare le buone regole che aiutano la leggibilità

Esistono una serie di regole ben collaudate che, se applicate, rendono un sito piacevole alla vista e intuitivo al click.

Ad esempio, quando progetti i contenuti per il tuo sito ricorda di usare:

  • formattazione (grassetti, corsivi, ...) 
  • font coerenti al contenuto
  • link interni
  • "briciole di pane" che aiutino l'utente a ritrovarsi
  • testi non giustificati
  • immagini

Ti ricordo che gli utenti non leggono parola per parola le informazioni del tuo sito, ma scansionano le pagine web secondo uno schema preciso, come spiega bene quest’articolo.

Questi piccoli accorgimenti possono aiutarli a trovare le informazioni che cercano più facilmente, evitando che si perdano in lunghi muri di testo tutti uguali, rendendo la loro ricerca veloce ed efficace.

 

3. Un design coerente rende il sito rassicurante

Apportare delle piccole modifiche al layout in base alle diverse sezioni del sito è sicuramente una buona idea.

Mi spiego meglio: potresti prediligere, ad esempio, una disposizione dei contenuti diversa per la pagina dell’offerta formativa rispetto a quella dedicata alla ricerca dei docenti, inserire un infografica nella pagina che mostra le caratteristiche del corso (% di frequenza obbligatoria, numero di edizioni svolte e di iscritti ... ) e scegliere, invece, un blocco di testo più corposo per il regolamento.

Insomma, piccole modifiche pensate per potenziare l'esperienza dell'utente, senza mai stravolgere l'intero assetto delle tue pagine!

È importante che il tuo sito mantenga una coerenza interna (tra le diverse sezioni e pagine) perchè questo aiuta l'utente a orientarsi e a ricordarsi di te.

Perchè, ricorda, un sito coerente è familiare, rassicurante.

Quindi scegliere delle linee guida comuni riguardo lo stile del tuo sito potrebbe essere un'ottima mossa.

Ad esempio?

Individua degli elementi fissi, dei capi saldi, come font, loghi, combinazione di colori o stile di scrittura da usare in ogni pagina che ricordino ai visitatori l’identità dell'istituto e del tuo corso.

Quanto detto vale naturalmente anche per eventuali micrositi o pagine di destinazione (landing e thank you page) che vengono sviluppati per progetti e campagne temporanee.

Ricorda sempre: la coerenza è uno strumento importante per fare branding perché contribuisce a dare un senso di uniformità ai contenuti del tuo sito e a renderlo riconoscibile e memorabile. 

4. Non rivolgerti solo ai nuovi iscritti

Se ti chiedessi qual è l’obiettivo principale del tuo sito web cosa risponderesti?

Molto probabilmente "reclutare nuovi iscritti".

Sai meglio di me, però, che il tuo pubblico è ben più ampio e abbraccia non solo persone che stanno cercando informazioni sul tuo corso ma anche gli iscritti attuali, i partner aziendali e i docenti (per menzionare quelli più rilevanti).

Quindi non dimenticarti di loro!

E ti dirò di più.

Creando dei percorsi dedicati anche a queste figure potrai incrementare il tuo obiettivo primario, le iscrizioni.

Come?

I futuri iscritti visitano il tuo sito web  e cercano di farsi un'idea sul tuo corso.

Vedere una particolare attenzione dedicata anche agli iscritti attuali (ad esempio, premi per i migliori progetti, workshop di approfondimento, etc) e agli ex studenti (mediante testimonianze degli stessi, mettendo in risalto le posizioni prestigiose da loro occupate) sarà percepito come un elemento incoraggiante.

Ma come riuscire a trovare un equilibrio tra tutti i possibili navigatori del tuo sito?

Un'ipotesi risiede in percorsi di navigazione personalizzati.

Il consiglio, quindi, è di creare dei percorsi ad hoc per iscritti, corpo docente e sponsor che, una volta entrati nel tuo sito, vedranno subito che c’è un’area dedicata alle loro esigenze, continuando la navigazione con le informazioni che tu hai scelto per loro.

 

Ecco l'esempio della Brown University:

 Schermata 2017-02-08 alle 16.06.46.png

 E anche Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, fa la stessa scelta:

Schermata 2017-02-23 alle 15.34.57.png

 

Come avrai intuito ci sono numerose strategie comunicative che possono aiutarti a promuovere il tuo corso.

Oggi abbiamo visto dei consigli per costruire o adattare il tuo sito web alle esigenze degli utenti.

Ma ci sono altre attività che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi e di cui parleremo prossimamente.

Intanto inizia a percorrere la strada che ti porterà a raggiungere i tuoi obiettivi di promozione e recruiting, scaricando il nostro e-book! ;)

 

 

 Scarica l'e-book "Gli ingredienti di un corso di successo"

 

Scritto da Giulia Zorzo il 30 marzo 2017

Iscriviti al blog!

Articoli recenti