<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=351110188613778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

15 tecniche BACKLINK facili che aumentano le visite al tuo sito

Topics: Inbound, Informatica, SEO

Un cameriere che, vedendomi passare, mi invita ad entrare nel suo ristorante mi crea una sensazione sgradevole: "Il classico posto da turisti che si fanno fregare", penso.

Ma se un mio amico mi consigliasse lo stesso ristorante, sarei ben contento di provarlo, perché so che non ha un interesse diretto a mandarmi lì se non per il mio piacere. 

Ciascuno di noi sa quanto siano importantile opinioni e segnalazioni altrui per la propria reputazione. Questo accade anche nel web. 

Se lavori nel campo dell'informatica, del software o della tecnologia, la tua reputazione sul web è uno degli elementi che costruiscono il valore percepito del tuo prodotto o servizio. Ti ricordo che ogni acquirente di prodotti informatici valuta da un minimo di 2 e fino a 10 contenuti online prima di entrare in contatto con te.

 

I benefici dei link esterni

La reputazione si può costruire con fatica scrivendo nel proprio sito web e nei propri canali social, e cercando di attrarre più persone possibili, oppure si possono attivare le tecniche necessarie a creare LINK ESTERNI AL TUO SITO che avranno tre effetti principali:

  • far arrivare più persone direttamente al tuo sito;
  • aumentare il posizionamento dei tuoi contenuti per i motori di ricerca ("essere in prima pagina su Google", in parole povere);
  • ottenere un rinforzo reputazionale perché sono gli altri che parlano di te.

Un side effect ulteriore, che potrebbe essere importante in alcuni mercati, è quello di accedere più facilmente alla "featured snippet" di Google, ovvero un risultato che viene posto in prima posizione in risposta ad una specifica domanda fatta dall'utente. Su questo tema tecnico rimando a questo articolo di Hubspot sull'argomento "featured snippet" e a quest'altro articolo di Search Engine Land

featured-snippet-pre-processing-now-live.jpg

Come hai capito, in questo articolo parliamo di SEO e di reputazione fingendo che siano quasi sinonimi: concedimi questa licenza poetica. Tecnicamente non è così, ma per semplificare può andare bene.

Come fare per creare questi link esterni (tecnicamente: backlink)?

 

Le tecniche per creare link esterni

Ecco una serie di suggerimenti, tecniche e strumenti che potranno esserti immediatamente utili (tra le decine di possibili) e che non sono solo per addetti ai lavori:

  1. Guest Posting: individua dei blog che parlano del tuo argomento, meglio se della tua nicchia, e proponi loro del contenuto utile (non promozionale) che illumini i problemi dei tuoi clienti.
  2. Crea relazioni con influencer (grandi clienti, blogger, opinion leader) e invia loro demo e inviti ad eventi: scriveranno di te e ti daranno visibilità.
  3. Skyscraper technique: la tecnica si basa sull'individuare i post che funzionano di più e copiarli per farne di migliori. Nel link una presentazione in inglese di questa tecnica
  4. Chiedi ai tuoi clienti testimonianze: se parlano di te nel loro sito, loro guadagnano in reputazione (perché si sono fatti aiutare da un esperto) e tu guadagni in link.
  5. Chiedi un link a tutti i partner e fornitori: i primi saranno contenti di dartelo, se lavorate bene assieme; i secondi ci penseranno un po', ma non rischieranno di perdere un cliente bravo come te.
  6. Crea relazioni con i giornalisti di settore e fornisci loro contenuti che possano diventare oggetto di articoli (sì, devi spingerti un pochino oltre e svelare alcuni dei tuoi segreti, ma non preoccuparti, puoi farlo, altrimenti stai solo impiegando una delle scuse che usi per non produrre contenuti).
  7. Posta il tuo sito in Directory di alta qualità (è una tecnica un po' old style, ma funziona ancora).
  8. Segui i trend di settore e segui i grandi player (IBM, Apple, Microsoft, Zucchetti...), poi crea contenuti che si adeguino a questi trend (meglio se non sulle prime 3 parole chiave che ti vengono in mente, perché sono troppo competitive). I link arriveranno più facilmente.
  9. Crea un video su un tema attuale, mandalo ai blog di settore e fallo includere nei loro contenuti (suggerendo dove e come).
  10. Nei tuoi articoli inserisci link a contenuti di opinion leader, e NON chiedere di fare lo stesso (è un modo troppo vecchio!). Piuttosto, chiedi loro un feedback su quello che hai scritto. Se sei sistematico, otterrai tantissimi backlink.
  11. Promuovi questionari e, con i risultati, crea grafici e infografiche da diffondere anche ad altri siti citando il tuo.
  12. Trova link rotti all'interno delle tue pagine, e sistemali. Per rilevare i link rotti puoi usare un sistema gratuito come Check my Link, un'estensione di chrome che, pagina per pagina, evidenzia lo status dei link. [Per farla funzionare, installala dal link precedente e poi carica una pagina del tuo sito. Premi l'icona sulla barra di Chrome ed otterrai i risultati dell'analisi in tempo reale].
  13. Posta su Gruppi LinkedIn: per farlo con coerenza, serve partecipare dapprima come ospite uditore per aumentare pian piano l'interazione, fino a dare risposte o, meglio, a creare le giuste domande e le giuste conversazioni.
  14. Commenta su altri blog e forum: oltre a tenerti aggiornato, ti posizionerai come esperto e potrai proporre link al tuo sito.
  15. Rispondi su Yahoo Answers: non so per quanto funzionerà ancora prima che lo chiudano, ma per certe ricerche è un ottimo strumento (soprattutto se il tuo prodotto o servizio è abbastanza di largo consumo).

Ti ho suggerito molte cose facili da fare. Inizia a metterle in pratica una alla volta, di settimana in settimana, e vedrai che nei prossimi 3 mesi otterrai un numero soddisfacente di backlink. Sarai come un ristorante con tante buone recensioni su Trip Advisor. 

Buon divertimento!

 

New Call-to-action

Scritto da Luca Bassanello il 17 gennaio 2017

Iscriviti al blog!

Articoli recenti