<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=351110188613778&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

I migliori software per la tua strategia di marketing automation

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di cosa sia il marketing automation e di quali siano i suoi obiettivi.

Abbiamo visto come la strategia basata su azioni automatizzate sia supportata dall’utilizzo di strumenti indispensabili, i software che permettono di rendere facile e veloce l’intero processo. La funzionalità principe di queste piattaforme sono i cosiddetti workflow.

Facciamo un esempio pratico per capire subito di cosa si tratta: visiti un sito e scarichi un catalogo che ti interessa, lasciando la tua mail in cambio; due giorni dopo il download, ricevi una mail da quell’azienda che ti propone un contenuto correlato a quello che hai già scaricato in modo che tu possa approfondire l’argomento; passa ancora un po’ di tempo e nella tua casella della posta trovi un invito da parte della stessa azienda a un evento vicino a te in cui i prodotti del catalogo vengono presentati al pubblico durante una fiera e ti viene offerto un ingresso omaggio.

Questa serie di messaggi “innescati” dalla tua azione sul sito sono quello che chiamiamo workflow: una sequenza automatizzata di mail che vengono inviate nel momento in cui l’utente soddisfa una determinata condizione, svolgendo una determinata azione come la compilazione di un form, la visita di una pagina del sito o l’attivazione di un account.

 

Esistono molti software che ti permettono di creare workflow, noi ne abbiamo sperimentati per voi 4 tra i più diffusi. Ecco le nostre impressioni:

 

1. MailChimp – Facile e gratis

Avevamo già parlato di questo software quando ti abbiamo consigliato i migliori strumenti per l’email marketing, MailChimp è un alleato essenziale anche in materia di marketing automation e in particolare di email automatizzate.

La piattaforma è molto semplice e intuitiva nell’utilizzo delle funzionalità automatizzate, le quali sono state rese gratuite dai primi di maggio di quest’anno per tutti.

MailChimp è lo strumento perfetto per tutte le aziende che approcciano il marketing automation per la prima volta grazie ai numerosi workflow già impostati sulla base dei diversi obiettivi aziendali. Il software offre soluzioni per ogni tipologia e dimensione di business, dall’ e-commerce al fundraising. A partire dai workflow esistenti, sarà possibile creare la perfetta ricetta automatizzata (condizione che si deve verificare + invio di una specifica email) per ogni situazione.

MailChimp fornisce al suo interno dei tool specifici per monitorare la campagna automatizzata al fine di gestire ogni aspetto in un’unica piattaforma.

Ecco un caso studio proposto come best practice da Mailchimp stesso. Il negozio online LoveKnitting ha usato la piattaforma per implementare una strategia di marketing automation, la quale comprende l’invio di email di benvenuto dopo l’iscrizione alla newsletter con un codice sconto.

 

loveknitting-welcome-code.jpg

 

2. HubSpot – Tutto in uno 

Come ricorderai (sì, ne parliamo spesso), HubSpot è la piattaforma software all-in-one per la gestione dell’inbound marketing.

Secondo il sondaggio di VentureBeat’s, si trova al primo posto nella top 10 dei migliori software per il marketing automation.

La caratteristica che contraddistingue questa piattaforma rispetto alle altre è l’integrazione completa di tutte le attività che possono svolgere al suo interno. Questo significa che non è necessario gestire in contemporanea uno strumento per l’email marketing, uno per la pianificazione social, uno per la creazione di landing page, il CRM, … perché tutto è parte dell’offerta di HubSpot e anche la reportistica beneficia di questa integrazione. 

Il vero plus di HubSpot, che ha un costo di abbonamento annuale, è proprio quello di essere, a differenza di tutti gli altri, all-in-one. Se riprendiamo l’esempio di prima (l’utente scarica un catalogo lasciando la propria mail e riceve una serie di email che lo aiutano ad approfondire l’argomento per cui avevo mostrato interesse ), con HubSpot posso creare e gestire nello stesso luogo sia la pagina web da dove avviene il download che il flusso di email automatizzate. Allo stesso tempo, posso tracciare il comportamento del lead acquisito e valutarne la “qualità” grazie al CRM integrato. 

HubSpot è un software complesso dotato di molte funzionalità che permette di integrare i flussi di email personalizzati e automatizzati con gli altri strumenti inbound per nutrire la relazione con i tuoi clienti in maniera completa, inviando il contenuto giusto al momento giusto con il migliore mezzo.

 

HS workflow.png

 

3. MailUp – C’è anche l’SMS

 

Nonostante la piattaforma sia conosciuta principalmente per l’invio di newsletter, fornisce tutte le funzionalità anche per implementare una strategia di marketing automation. E per di più in italiano. Nella nuova versione, MailUp 9, è possibile impostare delle campagne multicanale automatizzate che combinano l’invio di email e di SMS.

MailUp consente di monitorare in tempo reale l’andamento della campagna, visualizzando il numero di invii e le percentuali di apertura e click delle email. È importante verificare e analizzare il successo della campagna per migliorare la comunicazione con i propri clienti.

mailup_.png

 

La creazione dei workflow avviene attraverso la funzionalità drag&drop in quattro semplici step: la scelta di una condizione di partenza (il giorno del compleanno, l’iscrizione ad un corso, l’abbandono del carrello), la definizione del flusso (email e/o SMS), l’impostazione delle condizioni di invio (destinatari e tempistiche di invio) e l’analisi della reportistica della campagna.

 mailup.png

 

4. Campaign Monitor – Professionale, amato dai grandi brand

 

Campaign Monitor è una piattaforma mailer per la creazione di campagne di email marketing e di marketing automation. Brand internazionali come Sephora e Nissan si affidano si affidano a questo software per la creazione dei propri workflow.

Ad esempio, Sephora invia automatiche offerte speciali per i clienti più affezionati che hanno acquisito lo status di VIP, offrendo sconti esclusivi su make-up e prodotti per la pelle.

 

 

sephora-campaign-monitor-1.png

 

Nissan utilizza i workflow per inviare un reminder ai clienti che hanno acquistato un’auto per invitarli a prenotare un appuntamento di controllo dopo sei mesi.

La piattaforma permette di creare un flusso di lavoro personalizzato, individuando i clienti che hanno effettivamente completato le azioni richieste e integrando con altre comunicazioni.

Nel caso di Nissan, se il cliente aveva prenotato l’appuntamento, riceveva un ulteriore comunicazione con uno sconto per i successivi controlli.

nissan-campaign-monitor.png

 

 

Queste comunicazioni personalizzate deliziano il cliente e permettono di aumentare la sua fiducia nei confronti dell’azienda. Grazie a Campaign Monitor, è possibile creare il workflow più adatto alle tue necessità e verificare l’andamento della campagna al fine di ottimizzare i risultati.

Campaign Monitor è un software professionale ma semplice ed immediato, che ti permette di craere con facilità le campagne di email automatizzate. La piattaforma è adatta alle campagne di business B2C, per i quali potrai creare customer journey personalizzate attraverso l'apposito visual editor. 

 

 

Questi sono solo alcuni dei software che puoi utilizzare per gestire la tua strategia di marketing automation. Indipendentemente dalla piattaforma, sono la strategia e la cura nella creazione dei messaggi a garantire il massimo successo della campagna.

Delizia il tuo cliente con copy personalizzati e stupiscilo con offerte pensate appositamente per lui.

Diciamoci la verità, è sempre piacevole ricevere gli auguri di compleanno. E se arrivano dal tuo brand preferito con uno sconto per il prossimo acquisto, ancora meglio ;)

 

Scarica ora l'ebook lead generation per aziende B2B

 

Scritto da Veronica Franceschin il 1 giugno 2017

Iscriviti al blog!

Articoli recenti